rivista-online

L’aglianico di Elena Fucci, giovane produttrice ed enologa

elena-fucci-vigneti
Redazione
Redazione
settembre14/ 2015

Nelle terre Lucane, a Barile, un piccolo paesino in provincia di Potenza, incontriamo un vino di rara bellezza:
l’aglianico è un vino solitamente austero e chiuso, questa volta invece, Elena Fucci, la giovane produttrice ed enologa, ci consente di meravigliarci. Dopo aver effettuato gli studi in Toscana ha scelto di tornare in terra d’origine per prendere i terreni del nonno ed iniziare a vinificarne le uve.
Estremamente legata alle sue radici ha deciso di utilizzare solo ed esclusivamente le uve provenienti dai suoi terreni, i 6 ettari dedicati alla vite.
Un territorio solitamente povero e di difficile gestione, perlopiù secco e con gradienti termici tutt’altro che elevati.
Condizioni queste che permettono a questa antichissima uva di raggiungere gradi zuccherini (e di conseguenza vini con gradi alcolici) molto alti.
Un vino dal tannino evidente e lungo, ingentilito ed arricchito dal passaggio in legno piccolo e nuovo.
Sapido come logica conseguenza del terreno vulcanico, complesso con un naso che spazia dal cuoio alle spezie. Un vino che non stanca, purtroppo vista la sua bontà ma anche il suo tasso alcolico elevato!

Riccardo Roselli

FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsAppOknotizieCondividi